Articoli

Rapporto INVALSI 2012-13 – LA SCUOLA LUCANA AI PRIMI POSTI NEL MEZZOGIORNO

Stampa

  

 

 
Rapporto INVALSI  2012-13
sul  Sistema Nazionale di Valutazione della Scuola italiana  
 
 LA SCUOLA LUCANA AI PRIMI POSTI NEL MEZZOGIORNO
 
 

di  Pasquale F. Costante e Antonietta Moscato 

VIDEO - RAPPORTO INVALSI 2012-13 (Graduatorie nazionali) di Pasquale Costante 

 

 
La Basilicata, secondo i dati del rapporto INVALSI 2013, contribuisce, in modo significativo, ad innalzare la media della macro-area SUD e ISOLE .
 

 

La rilevazione degli apprendimenti ha riguardato entrambi i cicli di istruzione, coinvolgendo tutte le scuole del Paese, statali e paritarie (circa 13.200), 141.784 classi (di cui 9.047 campione) e tutti gli studenti delle suddette classi, ossia 2.862.759 alunni ( di cui 189.493 campione). 

Gli ambiti coinvolti sono l’italiano e la matematica e i gradi scolastici rappresentati sono quelli coinvolti nelle rilevazioni, quindi la II e la V primaria, la I e la III secondaria di primo grado, e la II secondaria di secondo grado.

 Il quadro che emerge è decisamente variegato, con evidenti differenze territoriali. Purtroppo, è confermata la situazione più svantaggiata del Mezzogiorno, dove i risultati sono meno soddisfacenti, pur con differenziazioni al suo interno, perché Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata vanno un po’ meglio delle altre regioni del sud.

Il divario territoriale, come negli anni passati e così come evidenziato nelle maggiori indagini internazionali sugli apprendimenti, cresce lungo il corso degli studi. Le regioni meridionali denotano anche una maggiore variabilità interna dei propri risultati e, specie nei primi due segmenti (il primario e il secondario di I grado), questa maggiore variabilità interna si associa ad una maggiore quota di variabilità tra scuole e tra classi della stessa scuola. Questo vuol dire in sostanza che non solo le scuole delle regioni meridionali ottengono risultati in media più bassi ma anche che le differenze tra un istituto e l’altro sono maggiori di quanto non accada nelle altre aree dell’Italia.

Anche le regioni del Centro non vanno meglio e denotano un certo peggioramento della propria posizione relativa nel passaggio dalla scuola secondaria di primo grado a quella di secondo grado.

Meglio al nord, dove in seconda superiore gli studenti del Nord-Ovest e del Nord-Est appaiono in vantaggio di una decina di punti rispetto al Centro, di circa 20-30 punti rispetto alle due macro-aree meridionali.  

I risultati dei test Invalsi saranno restituiti alle singole scuole a settembre, e potranno essere utilizzati come indicatori per l’autovalutazione di istituto e per l’attività didattica degli insegnanti in classe. 

Preparazione media  degli alunni italiani: problemi per grammatica e geometria

Per quanto riguarda le prove di italiano emerge una maggior dimestichezza dei ragazzi con i testi narrativi, rispetto a quelli basati su quesiti espositivi e a quelli di tipo non continuo o misto, in cui viene richiesto anche di interpretare dati e grafici funzionali all'esposizione dei contenuti del testo. Minori competenze sono state anche evidenziate nei quesiti di natura grammaticale rispetto a quelli di comprensione del testo.

Sul fronte della matematica, le difficoltà maggiori sono emerse soprattutto nell'ambito "spazio e figure" e in quelli "relazioni e funzioni" rispetto agli ambiti "numeri" e "dati e previsioni". Le domande in cui è stato chiesto di interpretare e, in parte, di formulare ipotesi sono risultate più complesse, almeno fino al primo anno di scuola media. 

 

 
 
SCUOLA PRIMARIA
La Basilicata, pur non confermando il successo dello scorso anno, si colloca  - sia in Italiano che in Matematica -  ai primi posti nel Mezzogiorno. 
 
 

 

Il punteggio medio registrato nella prova di Italiano dal Sud e dal Sud e Isole risulta significativamente inferiore alla media italiana.

Nella prova di Matematica le distanze fra macro-aree geografiche sono meno accentuate e il Sud e Isole è la sola area il cui punteggio si differenzi significativamente, in senso negativo, dalla media italiana.

ITALIANO - CLASSE II PRIMARIA

La Basilicata (198) si colloca al secondo posto - dopo la Sardegna - nell’area SUD e ISOLE.

Gli alunni italiani ottengono risultati piu alti degli stranieri di I generazione (+ 14) e piu’ bassi di quelli  di  II generazione  (-5).

MATEMATICA - CLASSE II PRIMARIA

La Basilicata ( 201) si colloca al secondo posto - dopo la Sardegna – nel MEZZOGIORNO.

Gli alunni italiani ottengono risultati piu bassi degli stranieri di I generazione (-2) e piu’ alti di quelli di  II generazione (+14).

Con riferimento alle differenze di genere - classe II Primaria - i maschi ottengono un punteggio piu’ basso delle femmine nella prova di Italiano (-2) e piu’ alto nella prova di Matematica (+2), in linea con i dati nazionali.

ITALIANO - CLASSE V PRIMARIA

La Basilicata (197) si colloca al secondo posto - dopo la Sardegna - nell’area SUD e ISOLE.

Il valore medio della Basilicata (197), risulta superiore al dato medio dell’area SUD e area SUD e ISOLE .

MATEMATICA - CLASSE V PRIMARIA

La Basilicata (203) si colloca al primo posto nell’area SUD e ISOLE e al secondo posto - dopo l'Abruzzo - nel Mezzogiorno.

Con riferimento alle differenze di genere - classe V Primaria - i maschi ottengono un punteggio piu’ basso delle femmine nella prova di Italiano (-6) e piu’ alto nella prova di Matematica (+7), in linea con i dati nazionali.

Con riferimento alle differenze tra  alunni italiani e stranieri, i punteggi medi degli studenti italiani risultano piu’ alti  sia nella prova di Italiano ( + 36 - statisticamente significativo -  per quelli di I generazione e + 15 per quelli di II) che in quella di Matematica (+ 23 – statisticamente significativo - perla I generazione e + 13 perla II generazione).  

 
SCUOLA SECONDARIA I GRADO
 La Basilicata si conferma  ai primi posti tra le regioni del SUD e ISOLE. 
 

 Il punteggio medio degli studenti di I° registrato - sia nella prova di Italiano che in quella di Matematica - dal Sud e dal Sud e Isole risulta significativamente inferiore alla media italiana.

ITALIANO - CLASSE I SEC. I GRADO

La Basilicata risulta la prima tra le regioni del SUD e ISOLE (come nel precedente anno), e contribuisce, in modo significativo, ad innalzare la media.

 MATEMATICA - CLASSE I SEC. I GRADO

 La Basilicata risulta la prima tra le regioni del SUD e ISOLE (come nel precedente anno), e contribuisce, in modo significativo, ad innalzare la media.

Con riferimento alle differenze di genere - classe I Sec. di I grado -  i maschi ottengono un punteggio piu’ basso delle femmine nella prova di Italiano (-5) e piu’ alto -  statisticamente significativo - nella prova di Matematica (+12), in linea con i dati nazionali.

Con riferimento alle differenze tra  alunni italiani e stranieri, i punteggi medi degli studenti italiani risultano piu’ alti – statisticamente significativi  solo per quelli di prima generazione – sia nella prova di Italiano ( + 32 per quelli di I generazione e + 9 per quelli di II) che in quella di Matematica ( + 32 per la I generazione e + 11 per la II).

 ITALIANO - CLASSE III SEC. I GRADO (PROVA NAZ.)

 La Basilicata si colloca al secondo posto – dopo la Sardegna – nell’area SUD e ISOLE.

MATEMATICA - CLASSE III SEC. I GRADO (PROVA NAZ.)

 La Basilicata si colloca al secondo posto – dopo la Sardegna – nell’area SUD e ISOLE.

 

Con riferimento alle differenze di genere  - classe III Sec. di I grado - i maschi ottengono un punteggio piu’ basso delle femmine nella prova di Italiano (-12) e piu’ alto nella prova di Matematica (+ 7), in linea con i dati nazionali.

Con riferimento alle differenze tra  alunni italiani e stranieri, i punteggi medi degli studenti italiani risultano piu’ alti – statisticamente significativi  solo per Italiano II generazione   – sia nella prova di Italiano ( + 15 per quelli di I generazione e + 53 per quelli di II) che in quella di Matematica ( + 12 per la I generazione e + 21 per la II).

 
SCUOLA SECONDARIA II GRADO
 La Basilicata migliora leggermente  il dato del precedente anno, confermando il  primo posto -   sia in Italiano che in Matematica - nell’area del SUD e ISOLE.
 
 
 

 Nel Sud e nel Sud e Isole si registrano punteggi inferiori alla media nazionale statisticamente significativi.

 ITALIANO - CLASSE II SEC. II GRADO

 La Basilicata  risulta la prima tra le regioni del SUD e ISOLE.

Gli alunni italiani ottengono risultati più alti degli stranieri, sia rispetto a quelli di I generazione (+ 18, dato statisticamente significativo) che di  II generazione  (+3).

 MATEMATICA - CLASSE II SEC. II GRADO

 La Basilicata  risulta la prima tra le regioni del SUD e ISOLE.

 Gli alunni italiani ottengono risultati piu alti degli stranieri di I generazione (+ 13)  e piu’ bassi rispetto a quelli di seconda generazione  (-8).

Con riferimento alle differenze di genere  - classe II Sec. di II°i maschi ottengono un punteggio piu’ basso delle femmine nella prova di Italiano (-5) e piu’ alto nella prova di Matematica (+ 1), in linea con i dati nazionali.

 I licei, come nel resto dell’Italia, ottengono risultati, sia in Italiano che in Matematica, mediamente piu’ alti dei Tecnici e dei Professionali.

 

 

 

A cura di Ing. Pasquale Francesco Costante
2011.
By: Fresh Joomla templates|photoshop brushes