Stress lavoro-correlato

 

Lo stress lavoro-correlato

È una condizione in cui vengono a trovarsi le persone nel loro ambiente lavorativo, quando, a causa di disfunzioni dell’organizzazione e del contesto di lavoro, non si sentono più in grado di rispondere alle richieste o aspettative riposte in loro. Tale condizione, se si protrae nel tempo, può essere accompagnata da disturbi di natura fisica, psichica o da disagio sociale.

Lo stress lavoro-correlato può interessare qualsiasi luogo di lavoro ed è causato da particolari fattori organizzativi e contesti ambientali e relazionali. Per prevenire o contenere lo stress lavoro-correlato occorre analizzare fattori di contesto e contenuto di lavoro che lo possono determinare e adottare le opportune misure correttive, dove è necessario. Elementi quali l’inadeguatezza delle risorse necessarie allo svolgimento dei compiti, elevati ritmi di lavoro e scarsa autonomia nella esecuzione dei compiti, scarsa chiarezza dei ruoli, scarsi momenti di comunicazione, scarso sostegno da parte di superiori e colleghi, elevato livello di conflittualità possono tutti condurre a forme più o meno gravi di stress lavoro-correlato. L’elenco delle possibili cause non si esaurisce in quelle elencate e la condizione di rischio è tanto più grave quanto più fattori critici di contesto e contenuto sono contemporaneamente presenti in una realtà lavorativa. E’ infatti sulla base del numero dei fattori che vengono riscontrati come critici che il rischio può essere graduato in “basso”, “ medio” , “alto”.

Negli ultimi anni si è sviluppata una volontà di intervenire per ridurre i rischi da stress lavoro correlato, prima a livello europeo con l’Accordo quadro del 2004, recepito in Italia dall’Accordo interconfederale del 2008, e successivamente dal D. lgs. 81/2008.

Agli interventi di natura normativa sono presto seguiti quelli di natura metodologica, finalizzati a prevenire le condizioni di stress lavoro-correlato. 

Sito LAZIO - ASL Roma C (Cliccare)

INDICAZIONI PER LA CORRETTA GESTIONE DEL RISCHIO E PER L’ATTIVITÀ DI VIGILANZA ALLA LUCE DELLA LETTERA CIRCOLARE DEL NOVEMBRE 2010 DEL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI 


Il “Comitato tecnico interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro” ha approvato nel febbraio 2012 un nuovo documento elaborato dallo specifico Gruppo di lavoro, che, sotto forma di FAQ, fornisce risposte puntuali e sintetiche ai numerosi interrogativi sorti in relazione all’attuazione pratica delle indicazioni della Commissione consultiva, cercando di mettere a fuoco i requisiti minimi perché una valutazione dello stress lavoro-correlato possa considerarsi corretta e costituisca un efficace strumento di miglioramento delle condizioni di lavoro. 

  Il Centro SLC Lazio mette  a disposizione degli utenti una versione interattiva del documento, che potrete consultare cliccando qui

GRUPPO DI LAVORO REGIONALE NELLE SCUOLE

Ufficio Scolastico Regionale - Regione Basilicata - INAIL -  Consigliera Regionale di Parità - Ordine degli Psicologi di Basilicata - A.S.P. - A.S.M. - Magistrato - Esperti - OO.SS. CISL,CGIL, UIL, SNALS -    dr.ssa Cinzia Frascheri

Lo stress lavoro-correlato costituisce una tematica nuova, particolarmente complessa e articolata.  L’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, al fine di agevolare l’espletamento delle attività  di  competenza dei Dirigenti scolastici - individuati datori di lavoro ai sensi del D.M. 292/96 -  ha istituito con Decreto del Direttore Generale n. 225 del 13.01.2011 e s.m.i., presso la Direzione Generale dell’U.S.R, un Gruppo di Lavoro Regionale. 

Il Gruppo, che inizia la sua attività nel 2011, vuole essere un punto di riferimento per Dirigenti Scolastici, R.L.S., R.S.P.P., Medici Competenti, Organizzazioni sindacali e altri operatori interessati alla tematica.

Gli strumenti e i metodi di valutazione proposti dal GdL, completi  di programma informatico per la gestione della griglia di raccolta e della check list e delle indicazioni operative, sono stati ritenuti scientificamente corretti dal Coordinamento Tecnico Interregionale della Prevenzione nei luoghi di lavoro - in quanto coerenti con l’Accordo europeo del 2004, le disposizioni normative espresse nel D.Lgs. 81/08 s.m. e le indicazioni della Commissione Consultiva per la valutazione dello SL-C del 17 dicembre 2010, emanate con lettera circolare del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali -  e inseriti nella letteratura scientifica (FAQ Frequently Asked Questions - Gennaio 2012).

Principali compiti del Gruppo: 

  • individuare un percorso metodologico che permetta una corretta identificazione dei fattori di rischio da stress lavoro-correlato in coerenza con le indicazioni legislative della Commissione consultiva ex art. 6 del D. Lgs. 81/2008;
  • fornire informazioni e assistenza alle scuole e organizzazioni sindacali sulle tematiche riguardanti lo stress lavoro-correlato (normativa, metodiche di valutazione, interventi correttivi di tipo organizzativi, tecnici, procedurali, comunicativi, formativi o di altro tipo) anche con l’obiettivo di uniformare le procedure di intervento;
  • promuovere e organizzare attività di formazione e seminari rivolte ai Dirigenti Scolastici, R.L.S., R.S.P.P. e altri operatori della prevenzione (ASPP, dirigenti, preposti, medici competenti, etc.) su tematiche riguardanti lo stress lavoro-correlato;
  • esercitare funzioni di raccordo tra il Gruppo di lavoro “Stress lavoro-correlato” in seno all’U.S.R.  e i Servizi di Vigilanza regionale; 

Il sito  vuole essere un luogo di informazione e scambio fra i soggetti interessati, dove sarà possibile: ottenere informazioni, notizie e aggiornamenti sulla tematica stress lavoro correlato e sul percorso metodologico; conoscere gli eventi e le iniziative di formazione organizzate dall'USR; condividere e richiedere informazioni sulle tematiche dello stress lavoro-correlato. 

 Il gruppo di lavoro (Decreto n. 6260 dell’08.11.2013) è così costituito:  

  • Ing. Pasquale Francesco COSTANTE (Coordinatore);
  • Dott. Francesco FASOLINO (Dirigente Tecnico U.S.R. Basilicata);
  • Dr.ssa Cinzia FRASCHERI (esperta);
  • Dott. Alberto IANNUZZI (Consigliere della Corte d’Appello di Potenza);
  • Dr.ssa Gabriella CAUZILLO (Dirigente Ufficio Politiche della Prevenzione Sanità Pubblica, Medicina del Lavoro, Sicurezza nei luoghi di Vita e Lavoro – Regione Basilicata);
  • Ing. Domenico MANNELLI (Professionista Salute e  Sicurezza sul Lavoro);
  • Dott. Alessandro ROMEO (esperto);
  • Ing. Pasquale ADDONIZIO (Direttore  Settore Ricerca, Certificazione e Verifica INAIL Dipartimento di Potenza  );
  • Ing. Flora Fullone (Settore Ricerca, Certificazione e Verifica INAIL );
  • Ing. Giovanni COLAFEMMINA (Coordinatore della Contarp Regionale INAIL);
  • Dott. Giuseppe SATRIANI (Responsabile Sovrintendenza Medica Regionale INAIL);
  • Dott. Michele VIA (Direttore Unità Operativa Medicina del lavoro e Sicurezza sui luoghi di lavoro (ASP);
  • Dott. Sergio MANGIA  (Azienda Sanitaria Locale di Matera - A.S.M);
  • Dott. Giuseppe MARMO ( referente Ordine Regionale degli Psicologi della Basilicata);
  • Dr.ssa Maria Anna FANELLI (Consigliera Regionale di Parità della Basilicata);
  • ing. Vincenzo CARLUCCI (rapp. CGIL Organismo paritetico);
  • ing. Stefano DORSA (rapp. SNALS Organismo paritetico);
  • sig. Luigi ERRICO (rapp. CISL Organismo paritetico);
  • sig. ra Vitina Galasso (rapp. UIL Organismo paritetico);
  • Prof. Gesualdo SCAPICCHIO (Dirigente Scolastico CISL);


Napo in... Stress al lavoro!

 

 


http://goo.gl/0KGAjZ

Lo stress lavoro correlato è responsabile di un’alta percentuale di giornate lavorative perse ed è in aumento il numero di persone che presenta condizioni di sofferenza correlate allo stress.

Napo, con il suo tipico stile umoristico, scopre alcune delle cause dello stress lavoro-correlato, e cioè: richieste eccessive, scarso controllo, una pressione lavorativa continua, comportamenti inaccettabili, carenza di rispetto, cambiamenti, cattiva pianificazione e istruzioni contraddittorie che portano a errori, affaticamento, burn-out, esaurimento e scarsa performance.

I rischi psicosociali sul lavoro possono essere controllati con successo e ciò migliora il benessere dei lavoratori e la performance aziendale. Il cardine è la prevenzione. Il film è pensato per tutti i settori lavorativi e ha l’obiettivo di favorire la discussione su alcune delle problematiche più difficili che i lavoratori, i manager e i preposti si trovano ad affrontare. 

Sottocategorie

A cura di Ing. Pasquale Francesco Costante
2011.
By: Fresh Joomla templates|photoshop brushes